GESU’ CRISTO, UOMO-DIO, SIGNORE DELLA STORIA

GESU’ CRISTO, UOMO-DIO, SIGNORE DELLA STORIA

 

Premessa.
‘Il mondo, la vita, la morte, il presente, il futuro: tutto è vostro. Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio’.

1. Gesù Cristo, compimento delle promesse messianiche.
Con Gesù di Nazareth si inaugura il tempo del compimento delle promesse di Dio fatte ad Abramo e ai profeti, e la sua risurrezione porta a compimento il tempo dell’attualizzazione delle promesse. La risurrezione di Gesù, evento atteso visto per la fine della storia, è avvenuto all’interno del tempo. Allora a partire da questo evento la fede cristiana vive una dialettica fondamentale: da un lato Gesù è già intronizzato alla destra del Padre come il Messia della fine dei tempi, e nel presente è già il Signore della storia; dall’altro, però, Egli deve ancora venire in pienezza, per restaurare ogni cosa e per far partecipare della sua resurrezione tutti gli uomini e tutto il creato.
Secondo il pensiero del Nuovo Testamento la storia umana si presenta come un’opera tra l’uomo e Dio nella luce e nella forza dello Spirito. Di conseguenze, la storia si mostra come lo spazio temporale della crescita di Cristo Risorto come Chiesa, il Corpo di Cristo, Signore della storia e ricapitolatore di tutto il creato. Infatti, la meta ultima di tutta la storia umana è il regno di Dio, quando Dio sarà tutto in tutti.
Così tra la risurrezione di Cristo e il suo ultimo e definitivo ritorno nella storia si stende il tempo della chiesa, che è il tempo dell’annuncio del Vangelo, della crescita del regno, del rapporto vitale tra libertà umana e Spirito di Cristo. In questo tempo, tempo della chiesa, il Cristo Risorto è allo stesso tempo la guida della storia, la presenza di Dio nella storia, il punto di arrivo per riconsegnare tutto al Padre.

2. Ogni uomo e tutta la storia umana sono destinati ad entrare nella risurrezione di Cristo.
Ogni vita e ogni istante di vita è un momento della storia santa del popolo di Dio cominciata all’inizio del mondo e che finirà solo alla fine dei tempo, quando Cristo offrirà tutto al Padre perché tutto venga trasfigurato e completato definitivamente nell’amore.. Ogni evento, ogni fatto, per piccolo che sia, della vita di ogni uomo è ‘dentro’ quest’evento centrale della storia che è l’incarnazione, morte e risurrezione di Cristo, perché tutto sia ricapitolato in Lui. Così ogni uomo, in tutte le sue azioni, è chiamato a vivere la creazione, l’incarnazione e la redenzione di Cristo, accogliendo in sé la vita, la morte e la risurrezione del Signore. L’uomo, infatti, è creato a immagine di Dio, e Dio è Amore, verità, pace, giustizia. L’uomo è dunque creato, destinato all’amore, alla verità, alla pace, a vivere, cioè, pienamente e definitivamente la vita del Cristo. In questo modo Cristo diventa Signore di ogni esistenza umana.Il cristiano che riconosce la signoria di Cristo è colui  che canta il creato, che opera quotidianamente secondo la Parola di Dio, che rinnova l’umanità secondo l’annuncio delle beatitudini, che si nutre dell’eucaristia, che vive la fraternità, che risponde fedelmente alla chiamata di Dio. E’ colui  che sperimenta di essere avvolto dalla luce divina e dalla grazie dell’amore di Dio, che sperimenta quotidianamente la sua presenza provvidente e misericordiosa per ogni vivente a partire dai più piccoli e bisognosi. E’ colui  che è consapevole di essere ‘servo inutile’ del Signore a servizio totale della sua volontà per la realizzazione e l’istaurazione del regno di Dio nella storia umana; che si fa prossimo di ogni uomo che incrocia sulla strada della vita; che riconosce nel crocifisso per amore il definitivo giudizio di Dio sull’umanità. E’ colui che fa della sua vita una liturgia di lode e di ringraziamento, con e come la Vergine Maria, per le meraviglie da Dio compiute; che è in perenne attesa del ritorno del Signore nella gloria; che anticipa con una vita nella speranza il suo ultimo e definitivo ritorno.

D. Edmondo Lanciarotta  -  parroco

 

dowload PDF

Parrocchia Mussetta


E’ il sito internet della parrocchia S. M. Assunta di Mussetta di San Donà di Piave, provincia di Venezia e Diocesi di Treviso. La parrocchia oltre ad essere un’istituzione ecclesiale, è anche un soggetto sociale, culturale, educativo che vive il territorio mettendosi a servizio di ogni uomo e di ogni donna, senza distinzioni e riserve, in dialogo sereno e critico con tutti gli altri soggetti per il bene comune. Ci auguriamo che ognuno visitando questo sito possa intuire la ricchezza e varietà dei soggetti e delle iniziative, la freschezza delle proposte formative e ricreative, la creatività e fantasia dei soggetti che quotidianamente operano e si riconoscono sotto la protezione della B.M. Assunta.

Per richiedere informazioni, inviare una richiesta o contattarci

Novità

PENTECOSTE: VIENI SPIRITO DI DIO

PENTECOSTE: VIENI SPIRITO DI DIO Premessa. Lo Spirito Santo? ‘Illustre sconosciuto’? Così almeno si dice, spesso, dello Spirito Santo. Certamente delle tre Persone della Santissima Trinità, è quella più ignorata. Anche perché è difficilmente [...] Leggi tutto

La nostra Parrocchia


Papa S. Giovanni XXIII paragonava la Parrocchia di Mussetta alla "fontana del villaggio" dove si va ad attingere acqua. Essa è un dono per tutti. E’ "comunità aperta: tutti possono entrare, nessuno è estraneo". Dentro si ritrovano insieme giovani ed anziani, uomini e donne, bambini ed adulti, persone che credono e persone piene di dubbi, santi e peccatori. Tutti ci stanno, ci abitano come a casa propria.

La parrocchia è, allora, e deve diventare sempre di più, una comunità, un luogo ed un tempo, dove ci si incontra fraternamente, si vive la fede, si prega e si canta e si fa festa, dove ci si impegna e si è attivi per servire i poveri, per portare ad ogni uomo il messaggio di salvezza di Gesù, cioè il suo vangelo di pace e di misericordia.

La nostra parrocchia pur abitando un territorio con una lunga storia, è giovanissima: è nata il 31.12 1962 ed il primo suo parroco è d. Lino De Biasi, dal 19.4.1064. Cinquant’anni fa la posa della prima pietra della chiesa parrocchiale dedicata a S. Maria Assunta. Si apre senza paura alle novità e alle sfide del tempo presente con freschezza e fiducia.

Tutto questo diventa motivo di ritornare alle origini della fede cristiana, rivisitare la nostra storia, riscoprire le caratteristiche peculiari, rivitalizzare la presenza, sostenere i servizi, proteggere l’originalità, promuovere la specificità in dialogo con le altre comunità cristiane che abitano il territorio sandonatese, in maniera che diventi sempre più “porta aperta ed accogliente per tutti”, e “la fontana del villaggio” per il bene di tutti in nome di Gesù.

Ringraziamo il Signore per la nostra parrocchia dedicata al mistero di Maria Santissima Assunta in cielo in anima e corpo, meta alla quale siamo tutti chiamati; in Lei contempliamo il capolavoro di Dio ed anche ciò che Dio desidera fare con e per ciascuno di noi.

Rimaniamo uniti tutti sotto la sua materna protezione.

 

Il Parroco - Don Edmondo Lanciarotta

Le nostre infrastrutture principali:

Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Parrocchia

Le 2 Chiese

Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Oratorio

L'Oratorio

 Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Scuola

La Scuola infanzia e Nido

 Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Scuola

Comunità religiosa

 Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Scuola

Campo sportivo

 Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Scuola

Bar

 Parrocchia di S. Maria Assunta - Mussetta - Scuola

Cucina

Per richiedere informazioni, inviare una richiesta o contattarci

LINK AMICI